Via Lascaris 4 - Pianezza (TO)
Tel: 0119676145 | 349 83 73 075
info@villalascaris.it

Le Cappelle

Cappella di Sant’Agostino

È la più grande delle cappelle di Villa Lascaris. Ha una capienza di 100 posti a sedere e dispone di un organo elettronico con pedaliera.

Ristrutturata nel 1968 secondo la volontà del cardinal Pellegrino, è progettata in attuazione delle indicazioni liturgiche del Concilio Vaticano II.

La cappella sant’Agostino è decorata da numerose vetrate ricche di simbolismi che richiamano la figura di Cristo e la sua predicazione. La scelta cromatica privilegia tonalità calde verso sud e toni più freddi per le vetrate piccole verso nord.

Statue lignee di Cristo, della Madonna e di Sant’Agostino, volute dal cardinal Pellegrino, arredano l’ingresso e la parete che ospita il Tabernacolo.

Cappella dell’Immacolata

È la più antica delle due Cappelle di Villa Lascaris. Ha una capienza di 40 posti a sedere e dispone di una tastiera elettronica.

Decorata a monocromo da Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca ospita una statua in stucco della Madonna.

La Colonna che regge il Tabernacolo proviene dal salone del castello.

La volta ovata del presbiterio, affrescata a motivi policromi, è probabilmente opera di Luigi Vacca.

Sul pavimento si trovano due lapidi: una, scarsamente leggibile, delle tombe di Francesco Giuseppe Lascaris e della marchesa Peyre della Costa, genitori di Agostino; la seconda, meglio conservata, della moglie del marchese, Giuseppina Carron di San Tommaso.

Nel presbiterio vi sono anche le lapidi e le tombe di Agostino Lascaris, della figlia Adele e della sorella, marchesa Luigia della Chiusa.

Questo sito utilizza i cookie per favorire una migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi