Via Lascaris 4 - Pianezza (TO)
Tel: 0119676145 | 349 83 73 075
info@villalascaris.it

Il Parco e le Statue

Villa Lascaris dispone di un ampio Parco, ricco di alberi nostrani ed esotici.

Monsignor Gastaldi, Vescovo di Torino dal 1871 al 1883, cambiò il primitivo giardino all’italiana in un giardino all’inglese, con grandi alberi e verdi distese prative, ritenendolo «meno costoso da mantenere e più atto a far ammirare la natura che non la mano dell’uomo».

All’interno del parco sono presenti numerose varietà arboree: imponenti cedri del Libano, un maestoso fagus pendula, abeti rossi, platani, ippocastani, tigli, olmi, magnolie, bagolari e molte altre specie.

Nel parco, sono sparse a coppie le colonne della sala da ballo del castello di Pianezza, insieme a pochi residui ruderi. Lungo il muro, ad occidente, rimane una torre diroccata, l’unica testimonianza del castello medievale.

Le statue

Tra gli alberi, verso sud, a fianco di una vasca che fu la fontana del parco, ormai da lungo tempo interrata, si erge ciò che resta di una statua di marmo, rappresentante un uomo che da una piccola botte versa l’acqua in una conchiglia, sorretta ora da una sola sirena.

Più in disparte, la Statua di San Massimo, primo Vescovo di Torino, guarda benedicente la Diocesi di cui è protettore.

Poco lontano, seminascosto da un cespuglio, Giove è rappresentato nell’atto di scagliare i suoi fulmini. Le diciassette statue in pietra che adornavano lo scalone monumentale del castello sono ora sulle balconate che circondano le due terrazze che completano la Villa. Esse rappresentano le nove Muse (le Arti) e altri personaggi mitologici (le Virtù).

Partendo da destra, sulla balconata che guarda a sud, troviamo:

  • Apollo con la cetra, dio del sole, del canto e della poesia
  • Urania musa delle stelle e dell’armonia celeste
  • Melpomene che presiede alla tragedia e al canto funebre.
  • Euterpe che accompagna con il flauto il canto lirico
  • Talia che con la maschera della commedia allieta e istruisce
  • Clio con un libro e uno stilo, musa della storia
  • Tersicore con la lira presiede alla danza
  • Calliope che tutela la poesia epica
  • Polinnia che ispira i canti eroici
  • Erato che suggerisce la poesia amorosa

Sulla balconata opposta sono esposte le seguenti statue:

  • Ercole, simbolo della forza di volontà
  • Giustizia
  • Innocenza
  • Ermes, simbolo della divina eloquenza
  • Verità
  • due personaggi non identificati.

Questo sito utilizza i cookie per favorire una migliore esperienza di navigazione. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi